Sposarsi in Polinesia

Se il paradiso esiste forse è proprio questo, e se non lo è, di sicuro è quello che si avvicina di più alla nostra idea di paradiso terrestre. Le 118 isole della Polinesia Francese sono luoghi dal fascino indiscutibile, veri e propri luoghi da sogno, circondate da un mare turchese, con spiagge orlate da palme e lagune di un azzurro intenso. Un vero e proprio giardino dell’Eden che si può scegliate non solo per una vacanza indimenticabile ma anche per coronare il proprio sogno d’amore. Il matrimonio civile, in tipico stile polinesiano, si può personalizzare a seconda dei propri desideri. Si possono scegliere location e  l’enfasi da dare alla propria cerimonia. I matrimoni vengono celebrati durante tutti i giorni feriali a meno che non ci siano in questi particolari ricorrenze. Molti hotel presenti sulle diverse isole propongano cerimonie nuziali, ma le migliori vengono organizzate a Bora Bora e Moorea. A Bora Bora comunque si svolge una delle cerimonie più ricercate che viene chiamata “Te Ruau”. I matrimoni polinesiani dal 2010 sono validi a livello civile anche in Italia!

Il rito nuziale inizia con il corteo a bordo di tradizionali  canoe con le quali si raggiunge il Tiki Village, luogo in cui si celebrerà la cerimonia. I promessi sposi qui saranno deliziati da mille  attenzioni. La sposa sarà massaggiata con olio di monoï, mentre il corpo dello sposo sarà dipinto con tattoo della tradizione locale. La coppia poi, vestita con pareo tradizionali viene condotta di fronte al capo della comunità che dopo aver pronunciato preghiere e incantesimi di buon auspicio darà agli sposi un nome tacitiano scritto su una foglia di “tapa” e una pergamena che certifica il matrimonio. La cerimonia continua con festeggiamenti, canti e danze.

 
I requisiti per il matrimonio di due stranieri in Polinesia Francese sono:
- essere entrambi maggiorenni
- non essere dello stesso sesso
- non avere legami di parentela
- lettera di richiesta di matrimonio al Comune
- formulario  ”Matrimonio degli stranieri in Polinesia Francese”
- certificati di nascita tradotti e autenticati 
- la copia di qualche bolletta che certifichi il luogo della propria residenza
- il certificato che attesta l’essere celibe
- se richiesto il contratto matrimoniale tradotto e autenticato
- se richiesto il certificato delle pubblicazioni di matrimonio
 
Una volta ritornati a casa sarà necessaria la trascrizione del matrimonio presso il proprio comune di residenza.
 
Alcuni link utili:
www.viaggiopolinesia.com/speciale-viaggi/sposarsi-in-polinesia

Comments are closed.